Generazione oltre la linea Vedi a schermo intero

Generazione oltre la linea

Sergio Messere

Maggiori dettagli

ISBN: 9788874189256

14,00 €

Foglio 56 | p.262 | ed giugno 2013

 Cosa ci rimane di quei giorni? 
La consapevolezza di aver mangiato, dormito, discusso, amato e odiato, lavorato in uno spazio comune; ma, sopra ogni cosa, aver intrecciato per un segmento orfano del tempo i nostri destini, aver respirato a pieni polmoni la stessa aria: sentirsi vivi, proiettati nel mondo, liberi. Nei dintorni della felicità, direi oggi. Il flipper delle pulsioni umane. E una grande idea: essere piccoli dèi con un ventaglio di infinite possibilità.

Noi della Generazione oltre la linea.

Leggi la recensione

Leggi un'altra recensione

Preludio
Il mio nome è Dani La Salle. Vorrei innanzitutto ringraziare Sergio per avermi concesso l’opportunità di raccontare la mia giovinezza, o meglio, quei giorni insoliti vissuti in un istituto a pochi passi dal mare. Nell’Alto Lazio. Il mio incontro con lui è stato un qualcosa d’incomprensibile per la ragione, dato che fra me e voi ci divide un tempo di qualche decennio. Che ognuno si faccia la propria idea sull’intera vicenda. Per quel che mi riguarda, mi preme garantire l’assoluta buonafede su queste pagine.
Mi limiterò a raccontare fedelmente quei giorni di ottobre che gettarono le fondamenta dell’essere uomini e donne, inculcandoci il significato pratico della convivenza con i nostri simili, e registrando, su un hardisk gigantesco, la sterminata gamma delle emozioni e degli stati d’animo umani, finanche quelli più torbidi e quelli
più penetranti. Quei giorni in cui arrivammo a lavorare e a impasticciare con le dita nel cielo, inseguendo la visione superba di un sogno sociale collettivo. 
E confermarono ciò che i miei genitori pensavano del figlio già nella tenera età, e ciò che in cuor mio avevo sempre saputo fin dai primi passi a carponi: ero venuto sulla Terra per lasciare un segno indelebile nella storia degli Uomini. Tuttavia non mi avrebbe atteso una vita facile: questo è il conto salato che deve pagare chi ripudia la pigrizia dello spirito, chi nasce sotto una tale gloriosa condanna.
Sudore e sangue, sangue e sudore; e vento e sabbia, e ombre e chiodi e gelo.
Infine, vi narrerò quei giorni d’ottobre in cui, il mio pensiero, dopo tanto navigare, sbatté con una dolcezza brutale sui lidi di una creatura celestiale: Laura. E fu un approdo meraviglioso, credetemi.
Una bibita, un sigaro, una poltrona: mettiti comodo, lettore. Imparerai ad amarci uno per uno.
Imparerai a sentire le nostre voci, noi della Generazione emergente. Oltre la linea. E ti rimarrà impresso anche il volto di un signore baffuto, occhi mobili che danzano sopra l’orizzonte, pensieri appuntiti che smantellano geometrie cristallizzate, un artigiano degli uomini: Sir Gabriel Alekseij Alexandrov. L’ultimo degli umanisti.

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

Generazione oltre la linea

Generazione oltre la linea

Sergio Messere

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via G. Matteotti, 19 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it