Storie di un Giorno Qualunque Vedi a schermo intero

Storie di un Giorno Qualunque

Pietro Bruccoleri

Maggiori dettagli

ISBN: 9788874189298

12,00 €

Costellazione Orione 104 | p. 120 | ed. marzo 2016

Questo libro nasce dalla “riflessione” su alcuni temi contemporanei, presenti durante lo scorrere delle nostre vite e che direttamente o indirettamente potrebbero riguardarci in un “Giorno Qualunque”.
Gli eventi, positivi o negativi che siano, trasformano le nostre vite a prescindere, sembra strano ma il nostro vissuto si riduce ad una serie di eventi. Anche le storie che iniziano o finiscono in un “Giorno Qualunque” sono
degli eventi. In questo lavoro sono offerte alcune teorie, alcuni spunti ed alcune riflessioni, che potrebbero aiutarci ad allargare gli orizzonti per gestire alcuni di questi eventi e/o, per fare in modo di deviare il loro corso.
La Mediazione Familiare è solo un percorso, pur con i suoi limiti, utile ad offrire una modalità alternativa alla classica separazione mal gestita che porta, inevitabilmente, alla via giudiziaria, un aiuto che potrebbe cambiare qualche evento, di sicuro non è uno strumento magico tramite il quale si possono risolvere tutti i mali o le controversie degli uomini, sarebbe ipocrita solo pensarlo.
Certamente, se vi fosse la volontà, “Mediare” risulterebbe più celere ed economicamente meno oneroso, di sicuro non guasterebbe, soprattutto in questo periodo caratterizzato dalle molteplici ristrettezze economiche e nel quale la parola Divorzio equivale a Ridursi sul Lastrico.

bruccoleri

Pietro Bruccoleri è nato a Tivoli (Roma) il 7 Aprile 1975, vive a Marcellina in Provincia di Roma, è laureato in Scienze dell’Educazione e della Formazione – Curricolo “Formazione e Sviluppo delle Risorse Umane” ed in Scienze della Comunicazione – Curricolo “Management e Comunicazione di Impresa”. È esperto in Mediazione Familiare ed in Mediazione Civile e Commerciale. È iscritto nell’Elenco dei Mediatori Familiari presso il Tribunale di Tivoli (Roma). È Sottufficiale dell’Aeronautica Militare ove, nell’ambito delle “Risorse Umane”, dal 1996 ad oggi, si occupa di Selezione, Formazione, Gestione ed Impiego del Personale nonché di Comunicazione e Pubblica Informazione.
Ha già pubblicato, nel Luglio 2014, in collaborazione con la Dott.ssa Loredana ANGELETTI, “Quando Finisce un Amore”, Aracne Editrice – Roma.

Scrivere una prefazione è un impegno semplice e complesso nel contempo. In sostanza il compito consiste nello scrivere una nota positiva e positivista al lavoro editoriale, in virtù della conoscenza dettagliata ed approfondita di tutti i temi trattati, cercando di essere il più oggettivo possibile.
In questo caso ho rinviato fino a quando le ristrette tempistiche dell’autore stimato e stimante, che mi riconosce il merito di esperto della materia, mi hanno “costretto” a farlo. In realtà già l’immagine in copertina è stata un’attrazione immediata, di cui l’autore non sapeva, ma il mare, quel mare, l’isola e quell’isola…
unitamente all’Autore, quell’Autore… l’altra sua opera letteraria, c’erano tutti i presupposti per la mia incondizionata disponibilità, eppure…
Dopo vari e vani tentativi mi sono chiesto il motivo dei miei rinvii. Si è trattato del pensiero da luogo comune “chi si loda si sbroda”, ho temuto di essere troppo coinvolto e poco obiettivo, soprattutto per quanto riguarda gli ultimi due racconti che sono frutto della fattiva collaborazione tra Pietro ed il sottoscritto.
Per chi si occupa, come me, di Psicoterapia della Coppia nelle varie fasi e vicissitudini del “Ciclo di Vita della Coppia” da quando l’Amore Nasce a “Quando Finisce un Amore”, per usare il titolo di un altro bellissimo libro scritto da Pietro Bruccoleri in collaborazione con la Dott.ssa Loredana ANGELETTI, questo lavoro rappresenta un piccolo manuale da tenere sempre in vista ed a portata di mano.
Le storie dei protagonisti che si avvicendano nei vari racconti sono simili a molte storie d’amore che ci si auspica abbiano un lieto fine; ma purtroppo la realtà che ci appartiene, come società occidentale avanzata, evidenzia il crollo dei valori familiari di qualche generazione fa, quando i ruoli maschili e femminili erano sì più rigidi, ma anche contrassegnati dal rispetto reciproco.
Già da qualche tempo viene evidenziata da parte di alcuni ricercatori la “Nascita” di una forma di nevrosi, meglio definita come “Disturbo da Terzo Millennio”, caratterizzata da una ricerca sfrenata e consumistica della felicità e dell’edonismo personale, che mette in secondo piano i compiti valoriali che ciascuna generazione ha nei confronti di quella successiva. Questo pensiero pessimista e pessimistico, di cui mi scuso se risultasse solo mio personale, condizionato dal lavoro terapeutico che svolgo, è purtroppo sostenuto dalla quotidiana cronaca nera.
Vorrei concludere con una nota di ottimismo citando Carl Rogers, Maestro Psicologo di grande spessore culturale e filosofico che è riuscito a lasciarci in eredità alcuni “ingredienti per la ricetta della felicità”.
Dr. Francesco Tassiello

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

Storie di un Giorno Qualunque

Storie di un Giorno Qualunque

Pietro Bruccoleri

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via G. Matteotti, 19 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it