La sicurezza nella terra dell'odio. L'integrazione europea dei Balcani Occidentali. Il caso Kosovo Vedi a schermo intero

La sicurezza nella terra dell'odio. L'integrazione europea dei Balcani Occidentali. Il caso Kosovo

Gilberto Favale

Maggiori dettagli

ISBN 978-88-7418-476-7

12,00 €

Costellazione Orione 47 | p.164 | ed. febbraio 2008

Mentre l’integrazione europea prosegue il suo cammino, i Balcani continuano a frammentarsi, ma nel contempo chiedono l’adesione all’Ue. 
Quale sarà l’epilogo di questo processo? Saranno i Balcani ad essere europeizzati o sarà l’Europa ad essere balcanizzata?
Che senso può avere questa spasmodica ricerca di indipendenza da qualcosa o da qualcuno, quando si richiede di essere considerato un potenziale candidato all’integrazione nell’Unione europea? Più saranno piccoli e deboli, minore sarà il loro “potere contrattuale” nei confronti delle potenze occidentali: frammentandosi, i paesi una volta parte della ex-Jugoslavia, preparano il loro declino.
I conflitti non sono risolti e l’area non è sicura. La soluzione che il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite vorrà dare alla questione kosovara sarà determinante per il processo di pacificazione, ammesso che ve ne sia uno in atto. Bosnia e Kosovo sono problemi che ONU e Nato hanno congelato, ma non risolto. Adesso tocca all’Europa giocare il suo ruolo: è sulla giusta strada o sarebbe meglio cambiare strategia?

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

La sicurezza nella terra dell'odio. L'integrazione europea dei Balcani Occidentali. Il caso Kosovo

La sicurezza nella terra dell'odio. L'integrazione europea dei Balcani Occidentali. Il caso Kosovo

Gilberto Favale

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via Terme di Traiano, 25 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it