La guerra oggi e domani Vedi a schermo intero

La guerra oggi e domani

Andrea Beccaro

Maggiori dettagli

ISBN: 978-88-7418-602-0

12,00 €

Costellazione Orione 56 | p.260 | ed. novembre 2011

La guerra è uno dei fenomeni più persistenti nella storia in cui si è manifestata sotto le più svariate forme. Malgrado i ragionamenti di alcuni utopisti essa non è scomparsa nemmeno ai nostri giorni tornando prepotentemente al centro della politica mondiale anche dopo la caduta del muro di Berlino. Oggi, però, ci appare diversa dal passato e questo complica sia la sua comprensione sia il suo ruolo all'interno di un sistema internazionale particolarmente difficile e complesso da interpretare. Di conseguenza il volume si pone il duplice obiettivo di cercare di mettere ordine tra le diverse teorie sulla conflittualità contemporanea per sottolinearne gli aspetti più salienti e di rottura rispetto al paradigma passato, da un lato, e dall'altro di analizzare come oggi si combatte realmente sul campo, con l'analisi di alcuni dei conflitti più noti di questi ultimi 20 anni non per offrire facili soluzioni, ma per essere una bussola all'interno di un fenomeno estremamente complesso.

Andrea Beccaro, nato a Biella nel 1978, si è laureato a pieni voti in "Storia del pensiero politico contemporaneo" presso l'Università di Torino dove ha anche conseguito il titolo di Dottore di ricerca nel 2011 in Scienze strategiche occupandosi della guerra in Iraq, delle tematiche relative alle forme della guerra nel mondo post-bipolare e della counterinsurgency. Ha pubblicato saggi con l'Ispi, I sentieri della ricerca, Teoria politica, Pagine di Difesa

Introduzione

La passione per i temi legati alla guerra è sempre stata in me e lo stimolo per la stesura della mia tesi di laurea non ha fatto altro che darle ulteriore impulso. Normalmente si dice che la ricerca inizi da una domanda e che si sviluppi cercando una risposta a quella domanda. In questo caso, invece, il lavoro ha due pilastri fondanti: uno è la mia passione per questi argomenti, l'altro è la curiosità di vedere, capire e comprendere un fenomeno complesso quanto la guerra in un momento di profondi mutamenti come quello attuale. Se vogliamo, la domanda di partenza potrebbe essere: che forma ha la guerra oggi? Le risposte non sono facili e univoche per questo il lavoro ha cercato di mettere assieme esperienze concrete e reali di guerre contemporanee (Somalia, Kosovo, Afghanistan) con discorsi teorici più astratti. Questi ultimi sono importanti per comprendere sia il pensiero strategico che guida i diversi interventi sia le connessioni tra guerra e altri fenomeni economici, politici e sociali che hanno ricadute sulla forma e sullo sviluppo del conflitto. Il tutto per dare un quadro che certo non può essere definito esaustivo, visto la vastità del problema1, ma che certamente è esauriente del problema e delle tematiche che sono in gioco.
Ora, dopo alcuni anni, ho finalmente l'occasione di pubblicare in modo completo questa mia prima ricerca. Dal 2008 sono un Dottorando in Scienze strategiche a Torino dove mi occupo ancora di trasformazione della guerra e di quella in Iraq iniziata nel 2003. Ciò mi ha condotto ad approfondire alcuni aspetti che nella tesi erano solo accennati ma il testo qui riprodotto rispecchia in gran parte il lavoro del 2004 a esclusione delle conclusioni ampiamente riviste per tenere conto degli avvenimenti seguenti. Per questo motivo la guerra iniziata dagli Stati Uniti nel 2003 contro l'Iraq viene presa in considerazione solo in qualche passaggio e nelle conclusioni. Gli argomenti trattati rispecchiano fedelmente la mia tesi e ho provveduto all'aggiornamento dove lo ritenevo opportuno o dove era necessario per meglio contestualizzare e approfondire alcuni aspetti o per riportare una bibliografia più aggiornata su quegli stessi argomenti.
Il punto di partenza delle mie riflessioni è stato il periodo tra il 9 novembre 1989 (data della caduta del Muro di Berlino) e il 25 dicembre 1991 (giorno in cui l'URSS cessò ufficialmente di esistere) poiché esso ha aperto un'epoca di trasformazioni del sistema internazionale non ancora concluse. Sintomo di questa situazione d'incertezza sono le diverse teorie sull'ordine mondiale elaborate da molti e autorevoli studiosi. Questo è dovuto sia ai cambiamenti politici intervenuti sia all'intensificazione di alcune tendenze di più lunga durata che stanno minando alla base le fondamenta del sistema stesso. Una di queste, di cui si discuterà nel secondo capitolo, è la globalizzazione che colpisce direttamente lo Stato sovrano e le sue funzioni, indebolendo il protagonista delle relazioni internazionali negli ultimi cinque secoli.

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

La guerra oggi e domani

La guerra oggi e domani

Andrea Beccaro

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via Terme di Traiano, 25 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it