TEEN COACHING Un metodo per il Coaching con adolescenti Vedi a schermo intero

TEEN COACHING Un metodo per il Coaching con adolescenti

Giulio Mazzetti

Maggiori dettagli

ISBN: 9791259610065

14,00 €

Sport & Benessere 13 | ed. settembre 2021 | p. 172

Primo e innovativo manuale dedicato al Coaching con gli adolescenti.
Nella prima parte sono illustrate alcune caratteristiche dell’età adolescenziale: conoscenza necessaria per instaurare la relazione appropriata con chi sta attraversando questa fase evolutiva. Nelle parti successive è mostrato – con un ampio corredo di strumenti operativi – il metodo per progettare e condurre un percorso di Teen Coaching. Tale metodologia permette di accompagnare gli adolescenti verso l’incremento della loro consapevolezza, e il raggiungimento di autonomia e responsabilità in un’ottica di autorealizzazione. Punto di riferimento è il metodo di Coaching Evolutivo® opportunamente declinato nel lavoro con i più giovani.
Il presente testo è rivolto sia ai Coach professionisti sia ad altre figure professionali – counselor, formatori, educatori, allenatori sportivi… – che si occupano a vario titolo dello sviluppo del potenziale umano degli adolescenti. I primi potranno ampliare le loro competenze nell’ambito Teen integrando il proprio metodo di Coaching con quello descritto nel manuale; gli altri ne potranno trarre importanti spunti di riflessione per sviluppare i propri servizi.
Infine, gli stessi genitori potranno trovare indicazioni funzionali al potenziamento delle competenze genitoriali.

 Immagine di copertina di Sander Smeekes https://unsplash.com/@sandersmeekes

PREMESSA
Da genitore a Coach

Cos’è un genitore se non un “allenatore per la vita” – un life coach in senso ampio – dei propri figli?
I suoi “atleti” un genitore non li ha scelti in base a chissà quali caratteristiche, talenti e capacità posseduti, li dovrà scoprire e conoscere giorno per giorno al fine di accompagnarli in un cammino di crescita che dura un tempo molto lungo, spesso ben oltre due decenni. La funzione di un genitore in parte è quella di rendere i figli capaci di vivere il tempo presente, ma soprattutto è quella di allenarne e potenziarne le caratteristiche che li renderanno adatti ad “abitare” un tempo e un luogo futuro una volta realizzato lo “svincolo” dai genitori. E tutto questo senza che il genitore sia stato specificatamente preparato a tale compito.
Cosa c’entra questo con il tema del manuale? C’entra perché tutto è iniziato nel momento in cui sono diventato genitore di tre figli, due maschi e una femmina: l’entusiasmo che ne è derivato mi ha portato ad apprezzare la bellezza di stare insieme a bambini e ragazzi, e allo stesso tempo a constatare di essere assolutamente impreparato a una esperienza educativa di tale portata. Successivamente, l’esperienza pluriennale in una società calcistica giovanile come dirigente accompagnatore – titolo nobilitante la funzione primaria di “porta borracce” – ha poi offerto l’opportunità di condividere  tanti momenti significativi con preadolescenti e adolescenti osservandone le loro enormi potenzialità e, allo stesso tempo, la mancanza talvolta di stimoli adeguati per riuscire a trasformarle, con la pratica deliberata, in veri e propri “poteri” in grado di incidere nei contesti di riferimento: lo sport certo, ma anche la scuola e lo studio, la vita di relazione… Sin da allora ho iniziato per passione a occuparmi di crescita nelle competenze genitoriali e di sviluppo personale dei più giovani, e insieme ad altre famiglie abbiamo progettato e attuato delle iniziative educative extra-scolastiche nell’ambito delle quali tuttora mi occupo della formazione di ragazzi dai 9 ai 18 anni su aspetti legati alle abilità di base e alle “good habits”4. A tali iniziative si è aggiunta nel tempo la realizzazione di attività formative espressamente dedicate a genitori, docenti e altri educatori nell’ambito del progetto “Adolescenza e cambiamento” creato e condotto insieme a mia moglie Teresa Zucchi, medico psichiatra e psicoterapeuta, per erogare servizi e interventi a supporto delle competenze genitoriali e della crescita personale degli adolescenti. 
Ben presto i soli “strumenti” della formazione hanno palesato i loro limiti nell’approccio con gli adolescenti ed è stato provvidenziale avvicinarsi al mondo del Coaching rimanendo affascinato dalla possibilità di accompagnare, anziché dirigere, i più giovani nel loro percorso di crescita personale, arrivando infine a svolgere la professione di Coach. È da questa esperienza come Coach che lavora in via principale, sebbene non esclusiva, con gli adolescenti che nasce questo lavoro. 
In un famoso brano di Plutarco di Cheronea si legge che «la mente non ha bisogno, come un vaso, di essere riempita, ma piuttosto, come legna, di una scintilla che l’accenda».
Ebbene, se il genitore ha, almeno nei primi anni, il compito predominante di “riempire” il figlio trasferendogli una serie di nozioni, insegnamenti, valori... che fanno parte della sua cultura personale e di quella familiare, il Coach specializzato nel lavoro con gli adolescenti può validamente affiancarlo in una fase successiva come “scintilla” di innesco del processo evolutivo dell’adolescente.

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

TEEN COACHING Un metodo per il Coaching con adolescenti

TEEN COACHING Un metodo per il Coaching con adolescenti

Giulio Mazzetti

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via G. Matteotti, 19 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it