UNA PICCOLA GRANDE STORIA AMERICANA Vedi a schermo intero

UNA PICCOLA GRANDE STORIA AMERICANA

Enrico Violet

Maggiori dettagli

ISBN: 9788894995664

12,00 €

Lettere 286 | ed. gennaio 2020 | p.86

Cos'è la vita senza l'amore?
Questo è l'eterno quesito che si pone anche Harris Telemarker, il protagonista di questa storia.
Presentatore di un originale programma meteo su una delle principali reti televisive americane, viene travolto da una serie di eventi che sembrano farlo precipitare in un tunnel senza fine: la fidanzata storica lo lascia e perde il lavoro per colpa di una previsione errata.
Ma proprio quando tutto sembra volgere al peggio, come nelle migliori fiabe moderne, cambia qualcosa. Un incontro inaspettato, uno scherzo del destino che metterà sul suo cammino una stramba musicista che gli farà vivere un nuovo e inaspettato sentimento. Ma non sempre nella vita si è preparati ai cambiamenti e di ostacoli da superare ce ne sono sempre molti.
"Una piccola, grande storia americana" è un ritratto della frenetica sopravvivenza a Los Angeles, ma potrebbe essere una qualsiasi grande città del mondo, con tutte le sue manie e nevrosi ma anche con quello spirito avventuriero che cambia le sorti delle cose e delle persone, con la forza di un semplice alito di vento.

Enrico Violet ha pubblicato i romanzi: "Fm radio station", "L'eco di radiosa", "Schegge di celeste", "Giochi pericolosi", "Una diabolica Celeste", "Serena anormalità", "Sara, storia di una mamma assassina", "Il paradiso (a volte) è a portata di mano", "Una meravigliosa leggerezza". Per Prospettiva editrice ha pubblicato "Le strane lingue dell'amore".

1.
C’era il consueto ingorgo a Los Angeles, le principali strade bloccate che mi vedevano, come ogni mattina, costretto a deviare per impervie stradine secondarie, perlopiù in contromano, se volevo evitare di arrivare tardi al lavoro.
“Attenzione Los Angeles, c’è un traffico incredibile stamattina…
ingorghi tremendi su tutte le autostrade e vie di navigazione!” gracchiava lo speaker alla radio
“No, no, no, noo…” imprecai come ogni mattina.
“È un’occasione stupenda!!! Io sono il tuo agente e ti dico....” mi aggredì Louis Manson appena mi vide scendere dalla mia cabriolet, nel posto macchina a me assegnato.
“Non posso fare la sfilata, io faccio il giornalista!! Non vedrai mai uno della CNN o della CBS alla sfilata…” dissi inferocito finendo una discussione telefonica risalente alla settimana prima.
“Shhh… 15 secondi… in onda!” disse il tecnico di studio mettendomi fretta, ricordandomi i minuti che mancavano alla messa in onda.
“Ah, 15 secondi… che ci guadagno a stare in piedi su una cabriolet facendo ciao ciao con la manina?”
“Sarai amato dalle masse!! Fare ‘ciao ciao’ con la manina non è…”
“Ma se lo fai benissimo!! È un ‘ciao ciao’ favoloso!!”
“Ma che dici?!? Io devo conservare un minimo di dignità… la gente mi deve rispettare per credere a quello che gli racconto… qui si parla di notizie, parliamo di verità!” osservai spazientito mentre venivo letteralmente spinto davanti alle telecamere.
La sigla ebbe inizio e la lucina rossa sopra la telecamera davanti a me, mi diede il via libera.
“Ehi Ehi Ehi… eccomi con il Folle Bollettino meteorologico! Diamo un po’ un’occhiata alla carta del tempo… ehi, attenti… beh, che c’è..?! ehm… scusate… c’è una bassa che farà una passatina a Pasadena, qua in alto c’è la bassa, e invece adesso è caduta in basso… e il cielo avrebbe dovuto essere coperto a Beverly Hills ma il consiglio comunale ha votato contro e quindi niente pioggia a Beverly Hills… dovremmo accontentarci di sole, di un po’ di neve e la temperatura è 22° e neve… ecco il tempo che ci aspetta… e ora passiamo ai telefoni cellulari! Attività minima di macchie solari, i felici possessori di telefoni cellulari avranno poca o nessuna interferenza…
quindi coraggio… fate quella chiamata importante… è possibile che non vi cada la linea! E questo è quanto… a voi la linea!!”
I due conduttori del Tg del mattino fecero una risatina per le masse ed Elizabeth, “la stronza Elizabeth” per esattezza, non mancò di tirarmi la solita frecciatina in diretta:
“Ahahahhahahahha… Harris, mi dicono che hai una libera licenza in materie umanistiche…”
“E sì, infatti!”
“Non ti è servito a molto!!”

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

UNA PICCOLA GRANDE STORIA AMERICANA

UNA PICCOLA GRANDE STORIA AMERICANA

Enrico Violet

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via G. Matteotti, 19 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it