Poesie Apocalittiche Eutopiche Vedi a schermo intero

Poesie Apocalittiche Eutopiche

Paolo Giardi

Maggiori dettagli

ISBN: 9788894995046

10,00 €

Fiori 75 | p.76 | ed. giugno 2018

La mia nona silloge poetica è un tentativo letterario di parafrasare - con un idioletto apocalittico eutopico in prosimetro - l’Apocalisse di S.Giovanni , apostolo, evangelista e profeta neotestamentario. Sul linguaggio apocalittico le varie scuole poetologiche si sono scontrate alla ricerca di una base comune da cui partire anche per decifrare la parola giovannea .Il racconto neotestamentario apocalittico verte sul”vero” messaggio (nascosto sotto il velo visionario, profetico,estatico, simbolico,allegorico) “rivelato” a San Giovanni dallo stesso Gesù, tramite un Angelo che trasvola dal trono di Dio Padre, sospinto e impregnato dal respiro (pneuma) dello Spirito Santo.

Paolo Giardi nato a Vejano (VT) il 28/09/1937, esercita la professione medica.
Nel 2004 ha pubblicato la prima silloge poetica “Dal Caos al Cosmos” per le Edizioni Rosati. Nel 2008 ha pubblicato la seconda silloge “Le dolci Muse” presso l’Editore - Il libro Italiano. Nel 2010 - in piena autonomia editoriale - esce con la terza silloge dal titolo “Oltre il velo di Maya”. Nel 2011 ha pubblicato con Prospettiva “Et in Arcadia ego”; “Poesie filosofiche” (2012), “Il pensiero diventa poesia” (2014),“Eroici pensieri e poetici furori” (2016) e “poesie spirituali” (2017).

NOTIZIA prefata
del prof. Luciano Pranzetti

“Timeo lectorem unìus libri” – temo il lettore di un solo libro. Questa riflessione, attribuita a San Tommaso Aquinate, ben si addice alla personalità poliedrica di Paolo Giardi che, non pago di aver percorso i sentieri dell’Arcadia, esplorato il fiume del pensiero filosofico, accompagnatosi alla nostra maggior Musa nel viaggio ultraterreno, inoltratosi nella baluginante oscurità bruniana, abbandonatosi nel ‘miro gurge’ (Par. XXX, 68) della spiritualità cristiana, dandone testimonianza intellettuale e lirica nelle nove precedenti pubblicazioni, non pago di ciò dicevamo, ecco avviarsi ed inoltrarsi, con l’umiltà del socratico che ‘sa di non sapere’ ma con l’ardenza temeraria di una fede inconcussa, nel misterioso, tremendo libro dell’Apocalisse giovannea.
La nuova impresa, “Poesìe Apocalittiche Eutopiche”, si presenta come un classico prosimetro, scandito in tre parti dove, all’esplicazione della tematica trattata in funzione di introduzione teo-poetologica, seguono, in metro classico, le vaste e sottili riflessioni dall’autore condotte, come in un lento processo di efflorescenza, sui vari momenti della visione. E non si creda a un prometeico tentativo di penetrare, spiegandolo, il duro e numinoso mistero che avvolge e racchiude l’ultimo ed intimo significato della narrazione giovannea ma, così ci vien da affermare, a una lunga e raccolta contemplazione di esso con cui l’anima e la mente di Giardi vengono, diremmo senza uscir dal vero, trasportate nella metafisica sfera in cui si susseguono e flagrano le scene.
È l’immersione nella complessa realtà delle cose ultime che attendono l’uomo e il mondo, i novissimi – morte, giudizio, inferno, paradiso - e che concludono nella emissione di un finale verdetto con cui, Colui che è “Alfa e Omega, il primo e l’ultimo, il principio e la fine” (Ap. 22, 13) stabilirà il castigo eterno e la gloria eterna, nell’immenso tribunale dell’universo dove si consumerà la fase storica del mondo terreno, la fase cioè della Gerusalemme umana e principierà quella della Gerusalemme Celeste secondo i tempi che la sequenza canta: “Liber scriptus proferetur/in quo totum continetur/unde mundus judicetur./ Judex ergo cum sedebit/quidquid latet apparebit/nil inultum remanebit” (Dies irae, vv. 13-18): sarà aperto il libro scritto in cui è contenuto il tutto per cui il mondo verrà giudicato. Perciò, come il Giudice si sarà assiso, ciò che rimase nascosto apparirà e niente resterà invendicato.

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

Poesie Apocalittiche Eutopiche

Poesie Apocalittiche Eutopiche

Paolo Giardi

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via Terme di Traiano, 25 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it