Passione per caso Vedi a schermo intero

Passione per caso

Marlene Nenni Ghetti

Maggiori dettagli

ISBN: 9788874189700

10,00 €

Lettere 299 | p. 51 | ed. gennaio 2018 | formato 12x18cm

Bambino curioso, giovane irrequieto, il protagonista si sente come salito su un treno senza meta, in una società dove la menzogna diventa la vera fede. Le sue disavventure professionali -sarà anche ingiustamente condannato- e le sue esperienze attraverso incontri diversi mettono in risalto lo smarrimento di una generazione in cerca di una identità e stabilità e tutto il racconto è compenetrato da un senso di impermanenza di un’epoca in crisi di valori..
Lo stile del narrare è veloce, nervoso e scarno. I personaggi non sono identificati con un nome, si esprimono attraverso i loro dialoghi che diventano narrazione.

L’autrice docente di lettere negli istituti superiori, pubblicista ha collaborato con diverse testate locali, nazionali e riviste culturali. Abita tra il Monferrato e la Provenza. “Passione per caso” è il suo primo romanzo.

Un tramonto rosa salmone cambiava i colori del cielo.
il mare dal verde intenso sfumava in un azzurro che si univa al cielo o il cielo sembrava calarsi nel mare tanto che non si distinguevano i contorni della linea dell’orizzonte, cerniera impercettibile che li univa. Un gabbiano si era posato sulla sabbia umida di pioggia e poi era volato via...
Un giovane uomo si chinò a raccogliere piccole conchiglie che trasportate dalle onde odoravano di salsedine.
Immerso nei suoi pensieri, convinto di non vivere nel migliore dei mondi possibili, si domandava se fosse possibile immaginarsi un’epoca senza ingiustizie, soprusi, servilismo, falsità e non sapeva darsi una risposta. Quel giovane era stato un bambino curioso che poneva continuamente domande ai suoi genitori.
«Mamma chi è babbo atale?» aveva domandato alla vigilia di Natale quando aveva cinque anni.
«È un vecchio buono con lunga barba e baffi bianchi e tutti gli anni nella notte di natale porta i doni ai bambini » rispondeva la mamma.
«Dove abita?»
«Lontano.»
«Come fa ad andare da tutti i bambini se è solo e come fa a saper quali doni deve dare?»
«Lui lo sa e vedrai che ti porterà i doni che tu vuoi ma adesso non fare troppe domande vai a dormire, è tardi i  tuoi fratelli dormono già e Babbo atale non passa se i bambini non sono andati a letto.»
«Ma come fa ad andare da tutti i bambini e da dove passa nelle case?»
«Quando sarai più grande capirai ora va a dormire»
il tono della mamma era affettuoso e deciso. Ma quella vigilia di Natale il bambino curioso, mentre i suoi fratelli dormivano, nascosto dietro le ampie tende della sala aveva deciso di scoprire il vero Babbo Natale.
Pochi minuti prima dello scoccare della mezzanotte aveva avvertito rumori di passi e, scostata leggermente
una tenda, tra le luci intermittenti dell’albero aveva visto delinearsi due figure che si avvicinavano lentamente e silenziosamente con due grandi borse rigonfie di pacchi colorati.
«Sai che ho sentito Babbo atale e l’ho proprio visto o forse no, l’ ho sognato con la barba bianca lunga» gli
aveva detto il fratello minore il mattino appena sveglio.
«E tu?»
«Io ho visto un babbo ma non era solo e non aveva barba bianca ma solo baffi neri» aveva risposto.
La madre premurosa si avvicinò: «Vi piacciono i doni del generoso Babbo atale?»
Il bambino aveva annuito con un cenno del capo e, rifugiatosi nella sua stanza, aveva iniziato a smontare il
modellino di automobile e ad aprire la pancia dell’orsetto di stoffa per capire da dove provenissero i suoni che emetteva.

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

Passione per caso

Passione per caso

Marlene Nenni Ghetti

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via Terme di Traiano, 25 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it