Gli americani a Licata, dall'amministrazione militare alla ricostruzione democratica Vedi a schermo intero

Gli americani a Licata, dall'amministrazione militare alla ricostruzione democratica

Claudio Li Gotti

Maggiori dettagli

ISBN 978-88-7418-377-7

12,00 €

Territori 30 | p. 108 | ed. 2008

Il libro analizza le vicende sociali, politiche ed economiche legate all’occupazione militare degli Alleati in Sicilia, conseguente allo sbarco del 10 luglio 1943, con riferimento alla città di Licata che fu uno degli obiettivi militari più strategici. 
Sorretto da un’ampia documentazione bibliografica e d’archivio, l’autore ha voluto esporre un’attenta analisi del ruolo dell’amministrazione militare americana durante il periodo di occupazione; in particolare, è stata svolta un’accurata ricostruzione delle vicende legate alla figura del maggiore italoamericano Frank Toscani, governatore militare di Licata, il cui impegno a favore della popolazione locale ispirò un famoso romanzo di John Hersey, “Una campana per Adano” (premio Pulitzer 1945). Opportuni approfondimenti sono stati inoltre dedicati all’epurazione dei fascisti nel territorio nonché alla difficile fase di ricostruzione democratica, all’indomani di una guerra mondiale e con un ventennio di dittatura fascista nel mezzo

Claudio Li Gotti, nato a Palermo il 16 luglio 1977, è dottore in Scienze Politiche all’Università di Catania con tesi di laurea in storia contemporanea. 

Dopo avere approfondito gli studi in campo storico-politico negli anni universitari, collabora con la redazione del Centro Telematico di storia contemporanea “Storia XXI Secolo” (www.storiaxxisecolo.it), per il quale ha pubblicato on line numerosi articoli sulla seconda guerra mondiale.

Vive e lavora tra Catania e Licata, dove esercita la professione di consulente finanziario ed assicurativo.

E’ vero che ti sei ispirato al personaggio di un famoso romanzo scritto da un reporter di guerra nel 1945?
Più che ispirato direi che ho cercato di ricostruire, attraverso i numerosi documenti reperiti negli archivi locali, la reale attività svolta dal maggiore italoamericano Frank Toscani, il cui impegno nella città di Licata ispirò il personaggio principale del romanzo di John Hersey “Una campana per Adano”. 

Devo ammettere però che l’idea non è stata mia ma è dovuta all’intuito del Professor Rosario Mangiameli che nell’estate del 2003, proprio in occasione del sessantenario dello sbarco degli Alleati in Sicilia, mi suggerì di occuparmi degli avvenimenti legati al territorio di Licata. 
Come si può vedere, è stato un prezioso suggerimento.

Lo sbarco e la successiva occupazione militare degli americani furono veramente accettati con entusiasmo, così come abbiamo imparato nei libri di storia?
Di certo si può affermare che il popolo siciliano poté tirare un sospiro di sollievo, poiché con l’arrivo degli americani (e degli inglesi) giunsero pure gli aiuti umanitari ad una popolazione ormai stremata dalla fame e dalla miseria. Ad onor del vero si potrebbe anche dire che, considerate le condizioni disastrose, chiunque avesse occupato militarmente l’isola probabilmente sarebbe stato accolto con lo stesso entusiasmo. 

Da dove nasce la tua passione per la storia contemporanea?
Ho sempre avuto una naturale predisposizione per la ricerca storica, che si è poi ulteriormente rafforzata nel corso dei miei studi universitari in Scienze Politiche. Ho potuto così specializzarmi nello studio della storia politica italiana dall’Unità ad oggi e della storia delle relazioni internazionali. Da qui la lettura di numerosi testi, come i saggi di Renzo De Felice sul fascismo o le diverse opere sulla seconda guerra mondiale (Hillgruber, Petacco) e sulla “guerra fredda” (Lewis Gaddis).

Cos’altro hai scritto e/o pubblicato fino ad oggi? E quali sono i tuoi prossimi progetti?
Ho collaborato per alcuni anni con la redazione del Centro Telematico di Storia Contemporanea di Roma (www.storiaxxisecolo.it), occupandomi di argomenti inerenti la seconda guerra mondiale, il fascismo ed il nazismo.  

Attualmente sto conducendo una ricerca sul processo di Norimberga agli alti gerarchi nazisti, un argomento che mi ha sempre appassionato e che, a lavoro ultimato, dovrebbe essere pubblicato su una rivista storica on-line.  

 Di cosa di occupi nella tua vita quotidiana?
La storia, come si può capire, è una mia grande passione. Nella vita quotidiana però mi occupo di altre cose, da quasi dieci anni lavoro nel campo assicurativo e finanziario. Anche su queste materie ho pubblicato diversi articoli, collaborando con alcuni siti di informazione specialistica.

Ma questa, se mi permettete, è un’altra…. “storia”.

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

Gli americani a Licata, dall'amministrazione militare alla ricostruzione democratica

Gli americani a Licata, dall'amministrazione militare alla ricostruzione democratica

Claudio Li Gotti

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via Terme di Traiano, 25 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it