7 Il viaggio. Poesia di un tramonto Vedi a schermo intero

7 Il viaggio. Poesia di un tramonto

Eleonora Rossi

Maggiori dettagli

ISBN: 9788874189090

12,00 €

Lettere 274 | p.122 | ed. dicembre 2015

Ogni storia è un viaggio e ad ogni ogni viaggio corrisponde una vita e ogni vita è un sogno che può compiersi. Questa è la storia di un viaggio, a lungo agognato, sognato, idealizzato e alla fine vissuto.
E’ la storia di due giovani ragazze piene di entusiasmo che si apprestano a vivere l’esperienza più significativa e simbolica di tutta la loro vita. La storia di un’amicizia che respira freschezza e gioia di vivere, ma anche maturità e sostegno reciproco. Infine è anche la storia di un grande amore…il più grande probabilmente, perché mai vissuto realmente.
Il romanzo si svolge in Bretagna, e il cuore degli avvenimenti più salienti è un piccolo e delizioso paesino, Paimpont, meta di chi si lascia ancora affascinare dalla leggenda di Re Artù, Merlino e Morgana. L’intreccio abbraccia ora momenti di forte realismo, ora istanti mistici e fortemente evocativi, dove la natura è perennemente protagonista. Il viaggio durerà un anno e durante il percorso le due protagoniste si troveranno ad affrontare ogni genere di situazione.
La materialità procede di pari passo con l’interiorizzazione e la spiritualità.
Finchè alla fine la risposta sarà la medesima per entrambe.

Esistono varie tipologie di viaggio: il viaggio di piacere, il viaggio di lavoro, quello di studio…però se ci si pensa bene cos’è che giustifica il termine “viaggio”? Personalmente ritengo che non possa essere né lo spostamento in sé, né tantomeno il fatto di essere e abitare per un certo tempo un luogo a determinarne il concetto, bensì ne attribuisco l’essenza prevalentemente ad una sensazione interiore alla quale segue, nella maggior parte dei casi, un cambiamento nella persona. Il viaggio assume di conseguenza caratteristiche e sfumature direttamente proporzionali alle emozioni di chi lo intraprende, rendendolo un qualcosa di filosofico e mistico piuttosto che materiale o fisico. Si può quindi affermare di aver compiuto un viaggio, anche se effettivamente non ci si è spostati neanche di un metro, per il semplice fatto di aver attraversato ed esperito parti fino ad allora buie del proprio essere. Se poi a questo si aggiunge anche la scoperta di un luogo sconosciuto che in qualche modo stimola la persona a compiere, nel medesimo tempo, una scoperta interiore, ecco che allora il mio concetto di viaggio prende forma e vita. Ovviamente i tempi sono fondamentali, perché non sempre si ha la possibilità di vivere una realtà diversa e al contempo avere la lucidità di guardarsi dentro. Però lavorando sulla propria sensibilità si può riuscire a “sentire” quando il momento è favorevole al cambiamento. Ci tengo a sottolineare che un’azione di questo tipo è piena di avversità e non semplice da realizzare e proprio per questo, essendoci parzialmente riuscita, vorrei condividere con voi quello che è stato e che probabilmente resterà, il più bel viaggio della mia vita. Perché il ricordo più intenso e vivo che ne ho è rappresentato proprio da quel cambiamento che mi ha resa la donna che sono e la cui forza mi sorregge e mi esorta ad andare avanti e a credere che sempre, nonostante le difficoltà, dopo le tenebre una nuova luce ci riempirà la vita.

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

7 Il viaggio. Poesia di un tramonto

7 Il viaggio. Poesia di un tramonto

Eleonora Rossi

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via Terme di Traiano, 25 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it