Storia di Pietro. Vita e morte di un giovane deportato a Mauthausen Vedi a schermo intero

Storia di Pietro. Vita e morte di un giovane deportato a Mauthausen

Roberto Occhi

Maggiori dettagli

ISBN: 9788874189229

13,00 €

Lettere 280 | p. 247 | ed. novembre 2015 

"Dello zio, in famiglia ne avevo sempre sentito parlare poco". Da qui prende spunto l'autore per raccontare la vicenda dello zio, giovane deportato nei lager nazisti e mai più ritornato a casa. Il racconto ripercorre la storia di Pietro ed il suo tragico epilogo, con la consapevolezza che, come ha scritto Cicerone "la vita dei morti è riposta nella memoria dei vivi".

Roberto Occhi nasce a Parma nel 1954. Dopo il diploma in ragioneria ha lavorato e lavora tuttora nel settore contabile-amministrativo in aziende private. Dopo aver risieduto per quasi vent'anni in provincia di Modena, da quasi quindici anni risiede in provincia di Reggio Emilia. Appassionato da sempre di ricerca storica, nel 2007 ha pubblicato una biografia sul rivoluzionario Che Guevara presentata con positivi riscontri al Salone internazionale del libro di Torino. Storia di Pietro è il suo terzo libro.

Prefazione


Quando alle 14,50 del 6 maggio 1945 le truppe americane del 3° Gruppo Cavalleria meccanizzata guidate dal capitano Timothy Brennan irrompono nel Campo di concentramento di Ebensee – succursale del maggiore e più noto Lager di Mauthausen – Pietro è ridotto a pelle e ossa, adagiato su un pagliericcio in una fetida baracca, distrutto fisicamente e moralmente, impossibilitato a muoversi da solo e in uno stato prossimo all’agonia. Da settimane è ormai uno scheletro vivente, uno dei tanti in quei giorni. La seppur forte fibra di giovane ventenne non ha resistito alla devastazione psicologica, alle dure percosse, alle ferite, alla sete, alla fame e al freddo subìti nel corso di dodici lunghi mesi. Ricoverato dagli americani sotto la tenda di un ospedale da campo, muore il 19 giugno, quarantacinque giorni dopo la liberazione del Lager.
Fratello di mio padre, Pietro era nato nel 1924 in una piccola contrada dell’Appennino parmense, Mariano di Valmozzola. Poco più che diciottenne si era arruolato nella Guardia di Finanza, destinato a compiti territoriali, lontano dai fronti di guerra. Fortunato, da questo punto di vista, rispetto a tanti altri italiani della sua età.
Nei giorni caotici seguiti all’8 settembre ‘43, con alcuni compagni di reparto si era adoperato in favore di renitenti alla leva, di militari sbandati, di ebrei perseguitati dalle leggi razziali. Per questo, il Governo italiano gli assegnerà alla memoria la Croce di guerra al Valor Militare.
Nell’autunno ‘43 mentre è a casa in licenza, a seguito delle vicende che si sviluppano dopo l’armistizio e la proclamazione della Repubblica di Salò, decide di non ripresentarsi al suo reparto. Catturato dai nazifascisti il 16 aprile 1944, dopo una breve detenzione a Parma, viene trasferito a Fossoli, anticamera dei Lager nazisti. Da qui, con un viaggio di sola andata, il 21 giugno viene deportato a Mauthausen in Austria3. Dopo tre giorni di viaggio chiuso in un carro bestiame, arriva a destinazione la sera del 23 e registrato il giorno successivo. Più che Campo di concentramento, Mauthausen è un Campo di sterminio – soprannominato lager tritaossa – che i nazisti avevano classificato come luogo di prigionia per oppositori “non rieducabili”, ossia destinati alla morte.

Voto 
sylvia b
21/05/2016

impossible to buy this book if you dont live in italy

volevo comperare questo libro, I mei genitori sono nati a valmozzola, ma non e possibile,
anche on paypal.....
E anche perche io mi ricordo Roberto 40 anni fa ormai sara

    Voto 
    sylvia b
    21/05/2016

    perche non si puo compare questo libro nel uk

    I mei genitori sono nati a valmozzola, volevo legere questo libro, ma non e possibile a comperalo on paypal...perche il mio indirizzo non e in italia.
    And Roberto, io mi ricordo di te....40 years ago, ..auguri

      Scrivi il tuo commento

      Storia di Pietro. Vita e morte di un giovane deportato a Mauthausen

      Storia di Pietro. Vita e morte di un giovane deportato a Mauthausen

      Roberto Occhi

      Scrivi il tuo commento

      Prospettiva editrice sas Via Terme di Traiano, 25 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it