Il gioco della felicità Vedi a schermo intero

Il gioco della felicità

Carola Martullo

Maggiori dettagli

ISBN: 9788874189106

12,00 €

Lettere 275 | p. 82 | ed. luglio 2015

Scritto in forma epistolare, il libro si presenta come un appassionato discorso dell’autrice al lettore sull’importanza della felicità nella vita di ciascun individuo. Attraverso i ricordi, si intraprende un viaggio tra presente e passato, alla ricerca delle proprie radici e di quelle memorie che racchiudono, come uno scrigno, la poesia, il folklore, la bellezza delle tradizioni di una volta e che, in alcuni paesini, specie del Mezzogiorno, ancora imperano prepotenti nella quotidianità di chi vi abita. E così incomincia un cammino fatto di rimpianti, nostalgie, immagini che hanno caratterizzato la sua infanzia e che hanno edificato le basi del suo presente. L’opera pare dividersi in due parti: la prima, più corposa, dove, appunto, vengono descritte le usanze di quei luoghi, i personaggi che li caratterizzano, le credenze popolari che l’attuale società spesso non conosce o ha dimenticato. E quel passato, ha contribuito alla costruzione del suo presente, raccontato nella seconda parte, dopo il trasferimento a Roma, dove l’antico e il moderno si incrociano, regalando ai suoi abitanti la magia della sua eternità. Il filo conduttore è certamente la felicità e la ricerca di essa attraverso un gioco apparentemente molto semplice: imparare a trovare, anche nel dolore, un motivo per cui essere felici.
C’è il confronto con il lettore, spettatore silenzioso di un monologo disperato e coinvolgente, al quale l’autrice si rivolgerà come aspettandosi quelle risposte, che in fondo, ciascuno di noi conosce o vorrebbe sentire, perché in quel lettore sono racchiusi lo spirito, il cuore e la memoria di ciascuno.

Prefazione

Quando ho deciso di dare inizio a questa nuova avventura letteraria, avevo scelto di scrivere un saggio ed ricorrere ad un linguaggio freddo, formale, impersonale. Così, mi sono seduta davanti al computer ed ho cominciato a riempire qualche pagina. Ad un certo punto, però, mi sono fermata: non riuscivo più ad andare avanti, non trovavo spunti né l’ispirazione adatta. Bene – ho pensato – finisce qui la mia breve carriera di scrittrice. Già, perché un conto è pubblicare qualche raccolta di poesie, un altro è scrivere un libro vero, il sogno della tua vita, quello che hai desiderato sin dal momento in cui eri nel grembo materno. Eppure non potevo rinunciare, non io, non la persona più testarda e ambiziosa che abbia mai conosciuto. Volevo andare avanti, volevo scrivere qualcosa che toccasse l’anima e la coscienza dei lettori, e nella mia testa frullavano tante idee su romanzi storici, fiabe, leggende… poi ho capito: dovevo semplicemente essere me stessa e lasciare che il mio cuore scrivesse per me. Come posso scrivere un freddissimo saggio su una cosa tanto grande quanto la felicità senza metterci quella che sono? Io, la platealità per eccellenza, colei che legge le etichette dei detersivi con un’enfasi degna di una tragedia shakespeariana, non potevo lasciarmi andare a quei crudi discernimenti filosofici. Certo, l’idea di un’opera saggistica fa sempre molta scena, ma non potevo farlo, così… eccomi qua. La cosa meravigliosa, in tutto questo, caro lettore, è che sono emozionata e commossa come una sposa davanti all’altare; le mie dita scorrono veloci sulla tastiera ed io non ho la forza né il coraggio di fermarle, perché il momento che tanto ho atteso è finalmente giunto. Scriverò sì, della felicità, ma a modo mio, lasciandomi cullare dall’onda dei miei ricordi e delle mie esperienze più intense per provare a rivivere momenti tanto preziosi e magari aiutare chi legge a fare altrettanto, e scoprire così che forse non siamo tanto diversi, perché anche se col tempo la felicità cambia, riesce a rimanere miracolosamente sempre la stessa …

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

Il gioco della felicità

Il gioco della felicità

Carola Martullo

Scrivi il tuo commento

Prospettiva editrice sas Via Terme di Traiano, 25 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it