COMUNICATO DEL 8 FEBBARIO 2021

A Luca Quarin, Veronica Chiossi e Andrea Giansanti la XVIII edizione del Contropremio Carver

La diciottesima edizione del Contropremio Carver ha assegnato - dopo una diretta social - i premi del 2020. Andrea Giannasi, creatore del premio e direttore della giuria, ha presentato le "ragioni" della selezione per i titoli delle tre sezioni.
"Storia, memoria, desiderio di intrecciare fili con il passato che possano permetterci - ha ricordato Andrea Giannasi - una visione del futuro e soprattutto stile veloce, asciutto, immediato, sono alcune delle ragioni che hanno portato alla scelta finale.
Tanti i libri in selezione - come ogni anno - e tantissima la qualità, che di anno in anno cresce sempre di più. Per la narrativa cinque libri che incastrano storie e personaggi, grandi e piccole vicende, tagli dolorosi per rifiutare il mondo e cuciture altrettanto dolorose per capire cosa è realmente accaduto. Il Novecento declinato in ogni forma con lo scopo di tendere la mano e accogliere i lettori in veri e propri esercizi di lettura. Anzi forse sarebbe meglio dire: di lettura che dalla forza della scrittura emerge come flusso potente e a tratti inarrestabile.
Note positive anche per la poesia, che grazie ad una nuova generazioni di autrici e autori sta finalmente tornando ad indagare le cicatrici e le crepe intorno e dentro di noi, smettendo di essere compitino e riduzione scolastica. Finalmente al contropremio Carver è stata letta della Poesia.
Per la saggistica la giuria ha voluto giocare il grande azzardo  delle multiforme declinazione della ricerca. Dunque ampio spazio ai temi del mondo. Ma non solo quello geopolitico. Al centro delle letture anche il mondo interiore, della scoperta delle ingiustizie, ma anche dei profondi amori, così come delle dilanianti follie.
Per tutto questo abbiamo premiato per la narrativa il libro "Di sangue e di ferro" di Luca Quarin (Miraggi); per la poesia la raccolta "Candeggina" di Veronica Chiossi (Ensemble); per la saggistica la ricerca "Sviluppo locale Europa nazionalismi" di Andrea Giansanti (Goware). Il premio speciale della giuria è andato a "Seizeronove. Galeoni e galeotti. Quando la letteratura diventa la cura" di Adolfo Ferraro (Homo scrivens).
E ora al lavoro per l'edizione numero XIX - ha concluso Andrea Giannasi - di un premio che è veramente contropremio, perchè si leggono i libri senza guardare al nome dell'autore o al marchio editoriale. E negli anni il Carver ha dimostrato di aver capito molto visto che tanti premiati poi hanno felicemente e brillantemente intrapreso la strada del mondo della scrittura".
Il bando dell'edizione 2021 - la segreteria è curata da Prospettiva - è già stato pubblicato sul sito: www.contropremiocarver.it e su http://www.prospettivaeditrice.it/index.php?id_cms=12&controller=cms

 

 

COMUNICATO DEL 2 FEBBARIO 2021

Purtroppo a causa della Pandemia da Covid-19 e delle attuali restrizioni previste dal D.P.C.M. in vigore, quest'anno non sarà possibile organizzare la cerimonia di premiazione in libreria come è sempre accaduto per le scorse edizioni.

Non vogliamo però rinunciare all'essenza del Contropremio Carver, che vede da sempre nella cerimonia di premiazione occasione di confronto, discussione e dibattito letterario.

Quest'anno pertanto l'evento avverrà tramite una diretta facebook che si terrà il 6 febbraio alle ore 19 sulla pagina del premio Carver. Sarà interamente presentata e coordinata dal direttore Andrea Giannasi e durante la cerimonia verranno mandati in onda dei brevi filmati relativi alle opere finaliste (Se non lo avesse ancora fatto, la invito fin da subito a visitare la pagina e a cliccare su "mi piace" in modo da ricevere tutti gli aggiornamenti https://www.facebook.com/premiocarver).

I vincitori verranno svelati durante l'evento

L'unico ad essere già noto in questa diciottesima edizione è "Seizeronove. Galeoni e galeotti. Quando la letteratura diventa la cura" di Adolfo Ferraro (Homo scrivens) al quale la giuria ha deciso di assegnare il premio speciale. Il libro è un lungo e intenso percorso, compiuto in ambito carcerario, intorno alla lettura de “Il Visconte dimezzato” di Italo Calvino ed ha riscontrato favore nella giuria.

La diretta sarà aperta al pubblico, pertanto oltre a seguirla Lei stesso, potrà segnalare il link ai suoi parenti e/o amici e condividerlo anche tramite i Suoi canali social.

Per guardare la diretta, basterà collegarsi alla pagina facebook del premio https://www.facebook.com/premiocarver (al quale la invito a mettere "mi piace" se ancora non l'avesse fatto).

Le ricordo che sono aperte le iscrizioni per La XIX edizione, quella per l'anno 2021 http://www.prospettivaeditrice.it/carver/

Rimango a disposizione per qualsiasi informazione

 

COMUNICATO DEL 8 GENNAIO 2021

Purtroppo a causa della Pandemia da Covid-19 e delle attuali restrizioni previste dal D.P.C.M. in vigore, quest'anno non sarà possibile organizzare la cerimonia di premiazione in libreria come è sempre accaduto per le scorse edizioni.
Non vogliamo però rinunciare all'essenza del Contropremio Carver, che vede da sempre nella cerimonia di premiazione occasione di confronto, discussione e dibattito letterario.
Quest'anno pertanto l'evento avverrà tramite una diretta facebook che si terrà il 6 febbraio alle ore 19 sulla pagina del premio Carver. Sarà interamente presentata e coordinata dal direttore da @andrea giannasi durante la cerimonia verranno mandati in onda dei brevi filmati relativi alle opere finaliste.
I vincitori verranno svelati durante l'evento
L'unico ad essere già noto in questa diciottesima edizione è "Seizeronove. Galeoni e galeotti. Quando la letteratura diventa la cura" di Adolfo Ferraro (Homo scrivens) al quale la giuria ha deciso di assegnare il premio speciale. Il libro è un lungo e intenso percorso, compiuto in ambito carcerario, intorno alla lettura de “Il Visconte dimezzato” di Italo Calvino ed ha riscontrato favore nella giuria.
La diretta sarà aperta al pubblico, pertanto sarà possibile segnalare il link e condividerlo.

 

COMUNICATO DEL 24 NOVEMBRE 2020

La giuria del Premio Carver 2020 (il contropremio dell’editoria italiana giunto alla diciottesima edizione), creato a Roma nel 2003 da Andrea Giannasi, ha presentato le cinquine dei libri finalisti.
“Ancora una volta la giuria ha fatto un grande lavoro di lettura e confronto. Sul tavolo tanti libri diversi – ha ricordato Giannasi - che naturalmente ci hanno diviso, ma che alla fine ci hanno trovato tutti uniti intorno alla passione della lettura. Come ogni anno ormai da quasi diciannove premiamo i libri e non i nomi degli autori o i marchi editoriali. Sarà per questo che rimaniamo giustamente un piccolo premio di nicchia, proprio perché non cerchiamo la luce riflessa del ‘nome famoso’, ma scandagliamo il panorama della nuova scrittura alla ricerca di nuovi autori”.
Per la sezione Narrativa i cinque libri sono uniti da un sottile filo rosso: quello della storia e della ricerca. Dall’eversione nera al destino di quaranta mila profughi ebrei, dal viaggio di Marta all’Italia ipocrita e nera, fino alle gambe dell’immigrazione. Tanta narrativa, ma anche storia che fa pensare.
Un anno a Lisbona di Fabio Roccabella (MUP); Gli anni di Marta di Laura Tullio (Ensemble); Di sangue e di ferro di Luca Quarin (Miraggi); Senza di Massimo Cracco (Autori riuniti); La strana storia della murata di via degli Armeni di Barbara Beneforti (Settegiorni).
Nella sezione Poesia in finale: Un gallone di kerosene di Henry Ariemma (Transeuropa); Candeggina di Veronica Chiossi (Ensemble); Il coraggio di non lasciare il segno di Dario Talarico (Puntoacapo); Dalla parte del tempo di Sonia Giovannetti (Genesi); Le stanze dentro di Mauro De Candia (Ensemble).

Per la Saggistica la giuria ha operato su differenti piani di lettura arrivando a selezionare lavori distanti nei contenuti, negli impianti, nel lavoro di ricerca.
Sono giunti in finale: Dal ghetto del paradiso. La pedagogia sociale antidiscriminatoria di Fabrizio De André di Sylva Batisti (Sensibili alle foglie); La variabile umana di Lorenza Ronzano (Eleuthera); Sviluppo locale, Europa, nazionalismi di Andrea Giansanti (Goware); La donna in Karol Wojtyla (1939-1978) di Raffaella De Vivo (Fondazione Mario Luzi); Latinoamerica. Storia, realtà e utopia di un continente in cerca del proprio futuro di William Bavone (Bertoni)
In questa diciottesima edizione abbiamo già un vincitore. La giuria infatti ha deciso di assegnare il premio speciale al libro Seizeronove. Galeoni e galeotti. Quando la letteratura diventa la cura di Adolfo Ferraro (Homo scrivens), un lungo e intenso percorso, compiuto in ambito carcerario, intorno alla lettura de “Il Visconte dimezzato” di Italo Calvino.

La premiazione del Carver 2020 si terrà online.

Intanto sono aperte le iscrizioni per La XIX edizione, quella per l'anno 2021 http://www.prospettivaeditrice.it/carver/
Il nuovo bando online qui:

 

 

COMUNICATO DEL 20 OTTOBRE 2020

Cosa avrebbe scritto Carver a proposito di questo momento così difficile?
Forse poche righe o forse proprio nulla perché il nostro mica sguazzava nella generalizzazione a cottimo.
Avrebbe forse scritto di farfalle citando Nabokov. Farfalle trafitte vive con spilloni d'argento per non rovinare le ali, ché dovevano conservarsi come naturali.
O nulla d'altro e avrebbe atteso. Ecco però noi ci siamo arrivati a leggere i libri che sono arrivati al Carver 2020 e vogliamo proprio farla questa cosa di incontrarci e parlare di libri.
E visto che a Lucca non potremmo trovarci come accaduto negli ultimi anni forse ci vedremo in video. Non sappiamo. Stiamo studiando.
In ogni caso la giuria si è riunita per buona pace di tutti e presto avremo le prime squadriglie di prefinalisti e vi faremo sapere.
Contropedale e via. Ci sentiamo presto.
Andrea Giannasi


XVIII Premio Carver 2020

Regolamento:

Art. 1 - Al Carver vengono semplicemente premiati i libri a prescindere da nomi, cognomi e marchi editoriali. Scopo del Carver è quello di cercare, leggere e dare visibilità a buoni libri. Semplicemente. Il Premio Carver è stato creato da Prospektiva.

Art. 2 - Sono ammessi all'esame della giuria lavori editi (quindi pubblicati da una casa editrice) in lingua italiana a tema libero e con numerazione ISBN. Non sono posti limiti di tempo nella pubblicazione.

Art. 3 – Chi può partecipare

Al Premio possono partecipare saggisti, scrittori e poeti di tutte le nazionalità e senza limite di età, con libri scritti in italiano, inviando nei termini stabiliti dal presente regolamento le opere di cui agli articoli successivi.

Art. 4 – Le sezioni

Il Premio Letterario si articola in tresezioni: Saggistica, Narrativa (romanzi), Narrativa (racconti) e Poesia.  Ogni sezione vedrà un libro premiato.
Dall’edizione 2020 verrà assegnato (qualora se ne riscontri assoluta qualità innovativa) anche il premio speciale Carver Lab dedicato agli autori e le autrici che hanno usato un innovativo stile di scrittura.

Art. 5 – Le copie da inviare

Ogni libro partecipante dovrà essere iscritto on-line al seguente link: http://www.prospettivaeditrice.it/carver/ e far pervenire 3 copie e l'eventuale ricevuta a: Premio Carver via Don Luigi Sturzo 5 - 04012 Cisterna di Latina (LT). Le copie non verranno restituite

Art. 6 – Data di scadenza

Le opere dovranno pervenire alla segreteria del Premio entro il 30 Giugno 2020 (farà fede il timbro postale). PROROGATA AL 31 AGOSTO 2020

Art. 7 – Quota di iscrizione

La quota di iscrizione è fissata in 20,00 euro per sezione da versare in diverse modalità come da link d'iscrizione

Art. 8 - Consistenza del premio
 I vincitori di ogni sezione del Carver (narrativa, poesia e saggistica) ricevono un premio che consiste nella promozione del libro presentato al contropremio. Dalla presenza nell’ambito di un evento tra i festival letterari organizzati da Prospektiva ad un video su youtube; dall’invio di note stampa a interviste agli autori; dalla promozione sui social network, da una speciale targa-premio all’attestato di merito. I libri che partecipano al Carver sono poi diffusi in Bookcrossing.

Art. 9 - I finalisti delle sezioni narrativa, saggistica e poesia riceveranno attestati di merito e libri.

Art. 10 - Il giudizio della Giuria è insindacabile. La Giuria è presieduta ogni anno da operatori del settore letterario. La partecipazione al contropremio Carver  implica l'accettazione incondizionata del presente regolamento.

Art. 12 - Al premio non possono partecipare i libri editi da Prospettiva editrice che ne gestisce la segreteria.

Via si parte.
Buona scrittura.

https://www.facebook.com/premiocarver


Prospettiva editrice sas Via G. Matteotti, 19 | 00053 Civitavecchia (RM) | Italia | P.I. e C.F. 07322481008 | Tel: +39 076623598 | E-mail segreteria@prospettivaeditrice.it